Adorgnano e La Rosa matricole terribili, impresa S.Lorenzo

La caduta dei giganti: questo potrebbe essere il titolo del film che racconta la quindicesima di campionato dell’Eccellenza e Prima categoria del Collinare a 11.

Nell’élite regionale il colpo della settimana lo mette a segno sul campo amico il San Lorenzo, superando il fin qui imbattuto Ziracco per 3-2. Ad interrompere la striscia positiva di otto vittorie e cinque pareggi ci hanno pensato i terribili Thomas Bertoni, Antonino Monorchio e Stefano Antonutti; in questa fase ci sono sicuramente un po’ di rimpianti nella testa di mister Plaino e dei suoi ragazzi visto il bel gioco proposto in questo ritorno e le difficoltà quasi inaspettate incontrate nella prima fase della stagione che se limitate avrebbero proiettato i manzanesi nelle zone più nobili della classifica. Approfittano solo a metà dello scivolone della capolista i Drag Store, 1-1 sul terreno amico contro la compatta Lokomotiv Trivignano: a segno Federico Chiappo e Massimo Tonizzo, rispettivamente il secondo e il primo della classifica marcatori. Successo chiave del Pozzuolo sul campo del Colugna per 0-1 in una gara fondamentale per le speranze di salvezza delle due squadre, in rete Mirco Zanon. Ha un sapore ancora più gradevole il 2-1 con cui il Ruda ha sconfitto la Thermokey visto che si tratta del primo successo in campionato e che a farne le spese sono proprio i campioni in carica; la permanenza in categoria pare essere una chimera ma l’orgoglio non manca sicuramente. Chiudono il quadro gli 1-1 di SavogneseVacile e Cassacco StartrepJalmicco Calcio utili a muovere la classifica e a non far scappare le dirette concorrenti.

La capolista Adorgnano non fallisce il suo appuntamento nel girone A di Prima e supera il Tramonti per 2-0: doppietta di Edoardo Scilipoti, top player dei suoi ad alti livelli anche in questa stagione dopo aver contribuito con 23 goal lo scorso anno alla promozione; se il suo rendimento continuerà ad essere quello attuale, non è utopia sognare il doppio salto. Tiene il passo al secondo posto la Valmeduna di capitan Del Bianco andando ad espugnare il difficile manto erboso del Billerio-Magnano per 2-3. Seconda vittoria consecutiva della Contea Cussignacco, questa volta sul campo dell’Al Cardinale: le due reti di Andrea Tinelli fissano il finale sull’1-2. Tanto imprevisto quanto ampio invece il 5-0 con cui il Campeglio ha trafitto gli Highlanders: sabato di grazia e doppietta per Davide Miconi. Leggero periodo di flessione invece per gli Warriors di Damiano Maldera e compagni, caduti sul campo della Dinamo Korda sotto ai colpo di Michele Carlassare e Fabio Cates.

Se in Eccellenza ha fatto rumore lo stop dello Ziracco, nel girone B di Prima altrettanto è successo sul campo di Cervignano dove il La Rosa ha sconfitto la capolista Noiar-Zellina 3-1, sin qui reduce da undici vittorie e un pareggio; reti locali di Mattia Liut (2) e Stefano Mellini, agli ospiti non basta Michele Paravano. La partita nelle parole di Stefano Fogar: “Gara molto sentita in cui praticamente il risultato non è mai stato in discussione. Siamo partiti fortissimo e già dopo 10 minuti potevamo trovarci sul 3-0. Il vantaggio lo abbiamo trovato con Mellini su assist di Striolo salvo poi subire il pareggio sul forse unico tiro in porta del Noiar-Zellina in una azione probabilmente viziata da un fallo. Il secondo tempo è stato a senso unico e una doppietta di Liut ci ha regalato la vittoria“. L’impresa titanica compiuta vale il secondo posto in classifica e una notevole consapevolezza nei propri mezzi, indispensabile per provare a puntare alla promozione. A riguardo continua sempre Fogar: “Da inizio stagione stiamo puntando alla salvezza visto il salto di categoria dello scorso anno. Ora siamo lì a giocarci un posto per la promozione. Arrivare primi credo sia utopia visto anche che probabilmente perderemo anche un punto per la coppa disciplina ma proveremo a vincerle tutte. I conti si faranno alla fine“. Approfittano dello stop della capolista sia Real Sella (2-2 sul campo del temibile San Marco Iutizzo) che Merce Rara (0-2 al Galli, reti di Patrick Princi e Matteo Rampino). Sono ben cinque e valgono come l’oro i goal segnati dal Morsan all’Atletico Pertegada, indispensabili per continuare a coltivare sogni di salvezza, doppietta di Simone Malisan.

Print Friendly, PDF & Email

Collaboratore LCFC

Studente di Giurisprudenza

Appassionato di calcio giocato e raccontato

css.php