A.C. Billerio – Montenars (2-2)

19° giornata – 17/03/2014

Billerio - Montenars (formazioni)Billerio - Montenars (panchina)

Benvenuti, cari lettori, al classico appuntamento con l’ “articolo”.

E’ un lunedì speciale quello di oggi, per gli Amatori Billerio, per molti motivi. Non tanto perchè arrivano quelli del Montenars (in testa alla classifica) a fare visita al Comunale, ma si gioca sull’erba naturale del prezioso campo del Riviera, prima occasione in questo 2014. E il fato ha altresì voluto che nella prima casalinga sul manto erboso, il capo carismatico del Billerio, Mister AliEno CT, comandasse i suoi dalla tribuna, reduce dalla giornata di squalifica per proteste inesistenti.

In una mite serata di anticipata primavera, comincia la sfida per l’allungo in classifica da una parte, e per alimentare i sogni di una meritata salvezza dall’altra.

Parte bene il Billerio che relega gli ospiti nella propria metà campo per buona parte del primo tempo, salvo qualche inconsistente sfuriata in attacco.

Formazione rimaneggiata per il Mister Alino, che a causa di alcune defezioni particolari (Perez in multa e per l’occasione in panchina a dirigere i cambi dettati dal mister in tribuna) si è visto costretto a mettere in campo la seguente formazione titolare: Bronco a difendere la porta, Macrì, Menis e Scaini in difesa, Cek, Bruno e Masoli a centrocampo, coadiuvati sulle fasce da Said e Diegone, con l’attacco giovane/vecio di Copetti-deBaronio, formazione che porta ad avere un primo tempo di spiccata marca Giallo-Blu.

Ed è molto pimpantino il giovine Copetti, che si sente probabilmente più motivato e sicuro, essendo assistito da uno di esperienza. Già al 5° infatti, in piena area di rigore, Thomas viene falciato, ma l’arbitro non ravvede gli estremi per assegnare un calcio di rigore. Sbagliato: essendo la posizione sotto la tribuna VIP degli amatori Billerio, era palese a tutti la sforbiciata del difensore ai danni del piccolo Thomas, ma l’arbitro era lontano dall’azione.

E sempre sul lato destro del campo, trovano gioco facile i terminali di attacco del Billerio, con una buona azione (al 7°) terminata dal deBa con un interessante cross felpato al centro dell’area, preda facile però da parte del portiere, che assieme ai difensori centrali, sfiorano i 6 metri di altezza!!! Ancora al 10°, in un’azione davvero interessante sulla fascia, la triangolazione tra deBa, Said e Copetti porta quest’ultimo al tiro, deviato però in calcio d’angolo. Dal successivo calcio d’angolo, come per tutte le azioni che prevedevano un cross in area, niente di fatto, con i difensori arcigni a mettere la palla fuori. In questo caso palla spazzata da Polato, vecchia conoscenza della squadra del Billerio con un passato nelle giovanili del paese.

Ma è sempre il Billerio a fare la partita: l’inspirato deBa aspetta il momento più propizio per servire il Cek che ormai c’ha preso gusto con i tiri da fuori e scocca un ottimo tiro, sporcato, facile preda del portiere (12°); il caparbio Said conquista un insperato fallo in prossimità del calcio d’angolo, quando tutti ormai pensavano che la palla fosse ormai ingiocabile (13°); su un invitante pallone filtrante del deBa, Cek agguanta il pallone in prossimità della linea di fondo, ma al momento del cross al centro, il passaggio non gli riesce per niente bene (17°); altra stupenda azione sull’asse stavolta Cek-Copetti: splendido filtrante del Cek sul quale Thomas brucia il difensore, raggiunge il pallone e lo sposta quel tanto che basta per mettere fuori causa il portiere in uscita, che lo travolge senza mezzi termini: anche qui l’arbitro rimane con il fischietto in mano (20°); punizione velenosa di deBa sulla quale il portiere non dimostra sicurezza e si fa sfuggire la sfera, ma Thomas non trova il guizzo vincente (26°) – (inutili le proteste del deBa per le richieste di un altro rigore su di lui, ma questo proprio non c’era); ancora sulla fascia, ma stavolta dalla sinistra, splendida cavalcata di Said che scocca un diagonale rasoterra, sul quale il portiere si distende in tuffo e manda in angolo (27°); l’asse deBa-Thomas porta ancora qualche brivido alla retroguardia del Montenars: sull’ennesimo passaggio al bacio del deBa, un tiro sbilenco di esterno destro di Thomas è facile per il portiere, che controlla sfilare a lato (33°).

Tutta questa insistenza alla fine, neanche fosse già scritto, in ampio recupero porta i risultati: sale in cattedra Bruno, che dalla tre-quarti crossa verso l’area; stavolta i difensori vengono beffati dalla traiettoria del pallone che viene intercettato da una strana ma vincente torsione del numero 9 del Billerio che prende in controtempo il portiere per l’1-0 dei padroni di casa (41°). Il neo-nonno meglio non poteva festeggiare l’arrivo di Giorgia in casa deBaronio, con una importante realizzazione che porta i padroni di casa negli spogliatoi in vantaggio.

Il Montenars nel primo tempo ha fatto ben poco, salve qualche sporadica sortita, non degna di nota.

Tutte le circostanze fanno ben sperare: squadra tosta, ben quadrata……..ma la capolista si sa, non è tale solo per puro caso.

E la ripresa comincia purtroppo nel peggiore dei modi. Intuizione del centrocampo del Montenars per lo scatto della punta, tallonata da Menis, il quale con l’esterno destro prende palla piena, ma a detta dell’arbitro, anche l’avversario. Il direttore di gara si dirige sicuro verso l’area di rigore, ma si ferma al limite dell’area, e nemmeno ammonisce il giocatore del Billerio. Si tira un sospiro di sollievo per il rigore (giustamente) non concesso, ma ahimè la beffa era dietro l’angolo: punizione siluro centrale, sulla quale Bronco non è esente da colpe, ed è 1-1 al 2° minuto del secondo tempo.

Ed il Montenars prende coraggio e si presenta davanti a Bronco con più regolarità rispetto al primo tempo, tanto che già al 10° un tiro rasoterra cerca di impensierire l’estremo difensore sul fil di palo, ma Bronco resiste, in una parata a terra.

Nonostante questo momento di dèfaillance, il Billerio si riprende e si riporta nuovamente in vantaggio al 23°: il ringalluzzito nonnetto si ritrova sul fondo della fascia destra con, al centro, il Cek che chiede disperatamente la palla, ma deBa tenta un tiro-cross in prossimità del palo più vicino, sul quale c’è Cioroaca a disturbare il portiere e la palla carambola in rete a fil di palo. Primo goal assegnato al rumeno in questo campionato.

Ma il Montenars non demorde. Squadra arcigna e dotata di ottimi giocatori che si mettono in luce sui calci piazzati. Ed è proprio da uno di questi, risultanti da un fallo dubbio di Diegone, che scaturisce la punizione del 2-2. Punizione magistrale e palla in rete.

[youtube]https://www.youtube.com/watch?v=OGtqeBg-T6Q[/youtube]

 

La partita da qui in avanti continua ad essere gustosa e ricca di emozioni, con schemi pressochè saltati e repentini ribaltamenti di fronte. Nulla possono gli innesti dalle panchine, per sovvertire gli esiti della partita, nemmeno l’innesto di Tinappo, tra le file del Montenars, voltabandiera che si ripresenta al Comunale addirittura con la tuta di rappresentanza degli avversari…….

Finisce 2-2, una bella partita fra due squadre molto competitive.

Ed il terzo tempo è addirittura meglio, con grigliata e birra a fiumi, a conferma del buon sangue che corre tra le due squadre.

Un attestato di merito è dovuto al Mister Alino che, oltre ad aver perso la voce durante la partita per richiamare i suoi in posizione, ha tenuto banco anche nel terzo tempo, chiudendo il Morteo dietro tutti quanti!

Altro punto stra meritato per il Billerio e ennesimo risultato utile consecutivo!

Vana gloria spica ingens est sine grano

Scritto da: Nick –  I.R.S.

Print Friendly, PDF & Email

Commenti

Leave a Reply

Devi essere loggato per inserire un commento

css.php