Ruda e Ziracco vogliono provarci fino in fondo

ECCELLENZA

Thermokey leggermente avvantaggiata rispetto alle contendenti a tre gare dal termine: sono 26 i punti totalizzati fino ad ora dalla capolista, che però ha disputato una partita in più rispetto al Pozzuolo e due in più rispetto allo Ziracco (entrambe ferme a 23). Da qui alla fine farà la differenza anche la coppa disciplina, visto che tutte e tre le compagini si trovano vicine alla fatidica soglia dei 60 punti, dando un peso notevolmente maggiore al comportamento di ognuno dei presenti sul terreno di gioco. Si è concluso proprio sul 2-2 il big match dell’ultimo turno tra Ziracco e Pozzuolo. “Bellissima partita e combattuta fino all’ultimo: siamo andati in svantaggio nelle battute iniziali su rigore ma siamo stati bravi a recuperare su una palla vagante in area”-chiosa il talentuoso esterno della squadra di Remanzacco Luigi Zanuttini-“siamo riusciti poi ad andare in vantaggio grazie ad una mia rete dopo una grande giocata di Petruzzi e Giaiotti. Nel secondo tempo ci siamo purtroppo fatti raggiungere su un’azione da corner. Non c’è stata una vera e propria svolta nella nostra stagione, abbiamo superato le difficoltà grazie al gruppo e una grande forza di volontà: non ci sono ostacoli da adesso alla fine, tutto dipenderà da noi e dal nostro approccio alle partite, solo così potremo arrivare al titolo”. Sembra quasi chiusa, salvo ribaltoni dell’ultimo momento, la corsa salvezza, con Dinamo Korda, Montenars e Turkey Pub pronte a battersi fino in fondo per non lasciare la categoria, nonostante il distacco dalle squadre che precedono sia abbastanza notevole: in tal senso, il pareggio a reti bianche maturato tra Savognese e Contea Cussignacco ha accontentato tutte e due le formazioni e ha permesso loro di distanziare le dirette inseguitrici, a loro volta cadute sul campo del San Lorenzo (Montenars) e di Teor (Turkey Pub)

PRIMA CATEGORIA

Girone A incerto fino in fondo. Ora la favorita d’obbligo sembra essere il Vacile, il quale ottenendo la promozione legittimerebbe un campionato sempre ad alti livelli. La vittoria con i Gunners, 2-1 il finale, lascia sì i pordenonesi al primo posto in coabitazione con il Colugna, ma permette loro di giocare i tre recuperi con la consapevolezza che con un solo punto conquistato prenderebbero la testa in solitaria. E’ il Colugna a cadere invece nell’ultimo turno per mano di un Tissano voglioso di dimostrare di credere ancora nel doppio salto di categoria, impresa riuscita a molte squadre negli anni, segno di un assoluto valore di tutti i campionati: a decidere la gara di Percoto è il sempre più scatenato Massimo Tonizzo, anche questa volta a segno con una doppietta e pronto a scalare ancora molte posizioni nella classifica marcatori. In chiave salvezza si regalano ancora quale possibilità di sognare gli Amatori Fortezzaland grazie al 4-2 sul terreno amico al Valcosa (tripletta di Cosmin Dumitru Mohan): ora il quintultimo posto dista solo un punto e vincere il recupero significherebbe mettersi al sicuro.

Colpo che vale una stagione nel girone B per il Trivignano: il 2-0 sulla retrocessa Polisportiva Bibione lancia in orbita i ragazzi del presidente Stefano Moretti, ormai davvero ad un passo dal festeggiare il grande salto, nonostante siamo certi stiano facendo tutti gli scongiuri del caso e si stiano preparando per non dare nulla di scontato nelle ultime tre gare. Decidono il solito infinito Antonio Iurlaro e Michele Venica. Sembrano giocarsi l’altro posto disponibile Ruda e Morsan, entrambe vittoriose nell’ultimo turno rispettivamente contro Nojar Zellina (1-0) e Carlino San Gervasio. Il mister del Ruda Lorenzo Rigonat ha dichiarato: “Crediamo sicuramente alla promozione vista la posizione in classifica e le prestazioni. Sarà una battaglia aperta fino all’ultimo minuto e speriamo di spuntarla, anche se per mezzi tecnici vedo leggermente avanti lo Jalmicco. Gli scogli principali da superare da qui alla fine potrebbero essere l’età dei ragazzi in rosa e la possibile ansia da risultato”. Anche per la permanenza in categoria sembra esserci un lotto di tre squadre a contendersi il diritto di partecipare al prossimo campionato: Nojar Zellina, Sette Sorelle e San Marco Gradisca (gran colpo il 2-2 contro l’Atletico Pertegada); solo una rimarrà in prima categoria.

SECONDA CATEGORIA

Girone A avaro di emozioni nell’ultimo turno: sono infatti per tre le partite che hanno registrato un risultato a occhiali. Non trova problemi a prendere la via del goal lo Sclaunicco: 0-3 ad un ormai quasi condannato Drink Team Goricizza firmato da Eros Coppino, Elia Rossi e Simone Saccomano. Bel colpo per continuare a sognare una salto di categoria ad oggi molto difficile del Chiarisacco, impostosi 2-0 sul Gorgo grazie alla doppietta di Sebastian Passaro.

Continuano a macinare punti in testa alla classifica nel B sia il Merce Rara, 2-0 al Villesse firmato dalla doppietta di Denni Deak, e La Rosa, 1-4 senza storie a Muscoli sul Fobal. In chiave salvezza fondamentale lo 0-0 ottenuto dal Millenium/Medeuzza contro gli Amatori Cormons, se non altro perché allontana la zona pericolosa.

E’ ormai fatta per l’Adorgnano nel girone C: manca ormai solo un punto per festeggiare la promozione dopo un campionato ampiamente dominato, ultimo il 9-1 all’Arcobaleno. Gran colpo del Dignano invece, capace di fermare l’altra lepre Billerio Magnano: Ferdinando D’Amato sugli scudi con una tripletta.

Campeglio ancora inarrestabile: 1-0 alla diretta inseguitrice Amatori Plaino, goal di Manuel Klaric. Va a Il Savio il derby contro La Girada, 0-2 con doppietta di Michele Vidussi. Vittoria fondamentale per l’Orzano sugli Amatori Gonars, valsa anche il sorpasso momentaneo in classifica in una zona parecchio calda, decide Gilberto Galai.

TERZA CATEGORIA

Amatori Cisterna e Susans inarrestabili nel girone A, Brigata Leonacco e Dream Team si fermano a vicenda sul 2-2. Tutti gli scenari sono ancora aperti e molto si deciderà nelle ultime giornate e nei recuperi, tenendo comunque presente che da qui alla fine non si giocheranno scontri diretti.

Nel B vincono sia Gruaro che San Vito al Torre, preparandosi così a salutare la categoria a braccetto. Vittorie roboanti anche per Villa (1-3 agli Amatori Giussago, decidono Luciano Bidussi, Giosuè Inner e Arnes Jasarevic) e Amatori Calcio Terzo (4-1 al Ronchi senza storia).

E’ praticamente fatta anche per il Chiasiellis nel girone C: il 3-0 senza storia sull’Atletico Nazionale sarebbe valso la promozione diretta se non fosse per il pareggio de La Fenice Biauzzo in casa contro la Virtus Udine. La squadra di Codroipo si trova infatti a dieci punti di distanza dalla capolista, ma ha disputato due gare in meno: ipoteticamente, vincendo i recuperi e le restanti tre partite e sperando che il Chiasiellis non faccia nemmeno un punto da qui alla fine, il recupero almeno sulla carta sarebbe ancora possibile. Si avvia a festeggiare la promozione anche il Pozzuolo: 4-0 sul campo de Il Gabbiano e spumante pronto per essere stappato. Bella vittoria dei Carioca contro i Pingangeles per 3-0, segno che la quadra è stata trovata forse troppo tardi; decidono Umberto Alessio, Nicola Ceretti e Francesco Bertuzzi. “Finalmente ho siglato il mio primo goal stagionale, dopo vari tentativi che purtroppo non ero riuscito ad insaccare”-afferma un entusiasta Alessio-“La stagione non è andata come ci aspettavamo ma stiamo costruendo una buona squadra per il futuro e per provare già dal prossimo campionato a tornare in seconda categoria”.

Cristian Tulissi

css.php