Di Bert: non siamo Marega dipendenti!

Ventesima giornata dell’Eccellenza ma la capolista, Taverna Maiero, non gioca. Non si fermano le inseguitrici o perlomeno la Climassistance che ritrova una buona vittoria contro il Felettis United; Di Genna, doppietta e Romanin i gol vincenti mentre al Felettis non basta il solo gol di Piani. La sorpresa del giorno è sicuramente la formazione dei Banana Five che tra le mura amiche interrompono il filotto vincente del Giangio Garden, per il quale si riveleranno fatali le segnature di Martorel, Monte, Nadalutti e Pizzoni. Il Manzignel coglie a metà l’occasione, comunque raggiungendo il Giangio al terzo posto ma limitandosi al pareggio contro i Duronons. Continua a dare spettacolo il Paluzza, altra squadra in rincorsa per la terza piazza. Tra i dieci gol segnati all’AGS Insonorizzazioni spiccano le triplette di Fior e del solito Di Centa che, dopo questa giornata, comanda la classifica capocannonieri con 37 reti, anche in virtù dell’assenza sul terreno di gioco del Modus-Stellare di Bovolini e Lendaro, fino a qualche partita fa prime due bocche di fuoco dell’intero girone. Il Modus però riscopre Luca Clochiatti che, con una tripletta, indica ai suoi la via della vittoria contro la Ele.V.ation.
In Prima Categoria è giornata di conferme. Vince il San Daniele, ancora primo con tre punti di margine ma con una partita in più. Ci ha provato il Cergneu a mettere il più possibile in difficoltà la prima della classe, trascinata dal solito Motta ma il risultato, seppur col minimo scarto, non ha dato loro ragione. Non sbaglia a sua volta la Bombonera che supera la Danieli, con Vito Posca che ha portato, al solito, la giusta dote di gol. Bene anche il Risano che, stabile in terza posizione, è pronto a sfruttare la minima incertezza della coppia davanti. Per il momento è bastato superare per 6-4 il Nimis. Favero del Risano, tripletta anche contro il Nimis e capocannoniere, ha di che temere da Giuliano Candoni che, col poker rifilato alla Valnatisone con i suoi BastardiSenzaGloria, si avvicina insidiando il risanese. Non confermano la superiorità di classifica i Forgjarins, sconfitti dal fanalino di coda, la Friuli Antincendi, squadra che comunque può vantare il quarto miglior realizzatore del campionato, David Benedetto che, in questa circostanza, trova una tripletta sicuramente decisiva.
Il Muppet C5 non aspetta l’ABS, che deve ancora giocare, e strappa due punti all’Atletico Masè, squadra che manca alla vittoria da otto giornate. In questa ci ha provato Rizza a scuotere il Masè ma dall’altra parte Cenere, Gressani e Marini aggiustano il risultato. Finisce in goleada la partita del NO al Putra Moderato alla doppia cifra di gol contro l’ultima in classifica, l’ Athletic Club. A segno ovviamente Michele Rovedo, capocannoniere del girone e giocatore del Putra ma si distingue anche il compagno di squadra Mattia Chiarvesio con tre gol. “Noi avevamo la formazione praticamente al completo perciò siamo riusciti a vincere con buon risultato. Adesso l’obiettivo ideale sarebbe raggiungere una buona posizione, con la speranza magari di arrivare tra le prime. Comunque vogliamo far bene in tutte le partite che giocheremo e sicuramente Rovedo che quest’anno sta vivendo una stagione incredibile, ci darà una grossa mano. In questa partita comunque sono riuscito a farmi valere anch’io, anche perché negli anni passati sono stato io un pò il bomber della squadra e fa piacere ogni tanto giocare così. Il nostro primo obiettivo resta comunque divertirci, assolutamente.”.
Dieci gol li segna anche il Passons, metà dei quali arrivano da Nickolas Varutti, contro i Sot Cretz che sono comunque stati in grado di segnare sette reti prima di alzare bandiera bianca. Il protagonista assoluto di questa giornata però milita nel Mereto C5. Riccardo De Giorgio ha chiuso la partita contro l’Adorgnano realizzando sette reti, per il risultato finale di 11-4 per il Mereto.
Nel Girone B arriva la battuta d’arresto per l’Aquileia che, a sei giornate dalla fine del campionato, regala una chance importante al Lignano, il quale con due vittorie su due nelle partite da recuperare, sarebbe primo per due lunghezze; intanto si è premurato di vincere contro la Costruzioni Pitton, mandando a segno per due volte il capocannoniere Raffaele Saviano. L’Aquileia cade invece sul campo degli Amici Del Dibi, squadra in piena lotta per il terzo posto assieme al Talmassons. L’allenatore degli Amici Del Dibi, Alessio Di Bert, si dice ovviamente soddisfatto dei suoi ragazzi: “Questa partita è servita a dimostrare che non siamo Marega-dipendenti, infatti nonostante la sua assenza siamo comunque riusciti a trovare i risultati. Bene ha fatto anche il nostro portiere, Andrea Mauro e benissimo il terzo tempo con la cena assieme tra le due squadre, replicando quello che avevamo fatto anche all’andata ad Aquileia. Dopo una grande partita tra due squadre di uomini veri che in campo se le son date di santa ragione è sempre bello trovarsi per un terzo tempo in stile rugby nel segno del rispetto e dell’amicizia. Il campo è il campo ma al triplice fischio deve finire tutto lì.  Per quanto riguarda i miei giocatori sono contento perché siamo migliorati a livello difensivo, infatti in questo momento prendiamo meno gol rispetto all’andata e stiamo trovando l’amalgama giusta con i nuovi ragazzi che si sono uniti a noi quest’anno, un anno nel quale il nostro obiettivo era crescere al meglio. Arrivando dal campionato UISP dovevamo anche abituarci al nuovo regolamento. Nonostante tutto siamo in lotta per il terzo posto. Ce la giocheremo fino alla fine ma, vedendo anche il calendario del Talmassons dubito che loro perderanno altri punti per strada mentre noi abbiamo ancora il derby contro il River Platano da giocare.”. Chiamato in causa, il Talmassons non rallenta contro l’Old Wild West, trovando la vittoria casalinga per 5-3.
Francesco Paissan

css.php