Ciconicco Villalta, pronto riscatto.

A.C.C.V. 3 – Amatori Braulins 1 Venerdì 22 febbraio al Campo Vecchio di Fagagna si incontrano gli Amatori Calcio Ciconicco-Villalta e gli Amatori Braulins, con i primi pronti a riscattare la debacle subita contro la “bestia nera” Cisterna, mentre gli ospiti cercano punti per risalire una classifica deficitaria. Mister De Prato deve far a meno di capitan Zoratti, squalificato, di Nardone ritrovandosi cosi a reinventare il reparto arretrato, e di Berini; davanti a Rizzo schiera Varutti, Zucchiatti e Righini, in mediana Ziraldo, Ansoldi e Di Biaggio, sulle fasce Bosero e Venturini, in attacco l’inedita coppia Di Martino e Marioni. Il Braulins comincia la partita con un piglio aggressivo che mette in difficoltà i padroni di casa, impedendogli di sviluppare una manovra ordinata; nei primi minuti l’ ACCV si trova imbrigliato nella propria metà campo senza riuscire a sfondare nella difesa avversaria. Il gioco si concentra per lo più a metà campo ma a sprazzi ci sono delle fiammate da ambo le parti, senza però portare alla rete del vantaggio. I padroni di casa ci provano con Marioni, tiro a lato dalla distanza su azione di contropiede, ed Ansoldi, che spara alto da buona posizione su mischia in area; gli ospiti invece trovano spazi sui rilanci dalla difesa e guadagnano al 25° una punizione da ottima posizione che calciata in modo meraviglioso va a togliere le ragnatele dal “sette” battendo un incolpevole Rizzo. L’ACCV prova a reagire, ma la manovra è sterile e confusa: si registra una ghiotta occasione, dopo bell’azione partita dalla sinistra con Bosero, sui piedi di Ziraldo che manca però la porta da pochi metri. E’ invece il Braulins che rischia di fare il colpaccio in contropiede, approfittando dello sbilanciamento dei padroni di casa: prima è Varutti a bloccare il lancio verso la porta con un “colpo dello scorpione”, poi è Rizzo a superarsi nell’uno contro uno e a negare la rete del 2 a 0. Si va cosi negli spogliatoi con il Braulins in vantaggio. Mister De Prato è costretto a cambiare la fisionomia della sua squadra, inserendo il Panzer Calgaro al posto di Di Martino, e Pirrò per Venturini. La squadra pare rinvigorita e con un solo obbiettivo: ribaltare il parziale. Il centrocampo si dispone in modo ordinato e concede pochissimo agli ospiti, riparando cosi la difesa dalle folate offensive; l’attacco ha trovato in Calgaro il riferimento per cercare le rete del pari; il gioco ora si concentra nella metà campo ospite, e a causa di questa pressione Marioni, al 10°, riesce a sfruttare uno svarione e ad insaccare a porta vuota, regalando il pari ai suoi. L’ACCV cavalca l’onda dell’entusiasmo e continua a gestire il pallone in modo ordinato e creando diverse occasioni: Calgaro ne divora una dopo aver messo a sedere il proprio marcatore in area. De Prato inserisce un influenzato Bierti al posto di Ansoldi, protagonista di una partita generosa, e proprio il nuovo entrato dimostra una spiccata propensione offensiva, con una giocata pregevole trova la rete regalando il sorpasso ai padroni di casa al 20° della ripresa. La girandola delle sostituzioni vede l’ingresso in campo di Cataldo a presidiare la fascia destra ben custodita precedentemente da Bosero, e di Persello in sostituzione di Ziraldo. Al 30° il Braulins rimane in 10 per l’espulsione diretta del n°6, autore di un brutto fallo a centrocampo ai danni di Di Biaggio; proprio quest’ultimo, a seguito del fallo, pare “tarantolato” ed incontenibile. Nei minuti finali del match da il via ad una serie di azioni pericolose nell’area avversaria: prima guadagna su azione personale il calcio di rigore del 3 a 1, realizzato da Calgaro, poi colpisce una clamorosa traversa con una violenta girata in area ed infine, a pochi minuti dallo scadere, si divora la rete del 4 a 1 a tu per tu con il portiere ospite. Il Ciconicco-Villalta guadagna cosi 2 punti meritati, per quello che ha saputo fare nel 2° tempo, ma deve imparare a giocare in modo più ordinato per raggiungere gli obbiettivi che gli competono e per ambire ad un posto tra le prime della classe. Già dalla prossima gara, contro la capolista Susans si vedrà di che pasta sono fatti i ragazzi di mister De Prato. Autore: Massimo Varutti
inviato da: Rizzo Manuel

Print Friendly, PDF & Email

Commenti

Leave a Reply

Devi essere loggato per inserire un commento